Molti Operatori Olistici e del Benessere si dimenticano del ruolo fondamentale che hanno la nostra mente e il nostro atteggiamento mentale. 

 

Quando esci da una scuola olistica, molto spesso “vedi” e prendi in considerazione il Blocco Energetico. 

Su quello ti hanno insegnato a puntare l’attenzione semplicemente perché ti hanno mostrato strumenti “semplici”, per andare a riequilibrare l’energia bloccata o rallentata che non è più in equilibrio nel corpo. 

 

⚠️ Ma anche il Blocco Energetico può essere un sintomo. 

 

Non sempre è la causa. 

Non sempre è la cosa su cui puntare l’attenzione e da correggere (almeno non se vuoi una soluzione definitiva). 

Perché è assolutamente vero che nella concezione olistica, ogni problema inizia dal livello più “sottile” (sotto forma di disequilibrio energetico)…e poi arriva al livello emozionale quando non è interrotto…e poi si propaga alla chimica biochimica del corpo….fino a diventare un disturbo che colpisce il livello istologico-cellulare. 

 

Questo è vero ma non tiene conto che ogni strada è potenzialmente percorribile in entrambe le direzioni. Te lo spiego in modo più specifico. 

 

Quando hai un problema che inizia come disarmonia energetica, se non viene interrotta, si manifesterà anche al livello sottostante, che è quello emozionale. 

La persona vivrà soggettivamente delle emozioni negative che prima non aveva o aveva sporadicamente (per esempio rabbia, irascibilità, mania di controllo, terrore, ansia…) e questo la fa arrivare a certe conclusioni e produrre certi pensieri, che diventano un vero e proprio atteggiamento mentale non equilibrato. 

 

Cosa vuol dire atteggiamento mentale non equilibrato ? 

Vuol dire che l’atteggiamento mentale, i pensieri e di conseguenza le azioni quotidiane, non nutrono il benessere e l’equilibrio di quella persona. 

 

Quando questo avviene a causa dei PENSIERI LIMITANTI che ci impediscono di vivere la vita che vorremmo, creiamo delle ulteriori situazioni stagnanti-bloccate, sia nella nostra vita esterna e con gli altri sia nel nostro mondo interiore

Questo si manifesta anche nella nostra energia circolante nei chakra e nei meridiani di agopuntura. 

 

Quindi a volte il Blocco Energetico, può essere la causa o la conseguenza. 

Se non distingui questo, rischi di trattare e prendere provvedimenti verso qualcosa che non farà la differenza. 

E’ corretto trattare con le varie tecniche il Blocco quando è causa. 

 

E’ inutile quando è conseguenza. 

In questo ultimo caso, occorre porre l’attenzione sull’aspetto emozionale e nel fare scelte diverse che ti portano a rimettere in ordine la tua vita. 

Non scelte di reazione, ma scelte fatte con nuova consapevolezze. 

 

Per questo in Kinesiologia Emozionale RD il ruolo della “scoperta” e delle nuove consapevolezze è basilare e tanto importante.